Basta concessioni

  • 26 Oct 2017

A partire dalle Valli del Noce, il Comitato per la salvaguardia delle acque del Trentino chiede la sospensione delle concessioni di derivazione ad uso idroelettrico, che in provincia sono già 450. Dopo il 2000 ne sono state rilasciate 200 e gli ormai sempre più ridotti flussi d’acqua vanno sfruttati anche a scopi turistici e sportivi.